Cookies disclaimer

I agree Our site saves small pieces of text information (cookies) on your device in order to deliver better content and for statistical purposes. You can disable the usage of cookies by changing the settings of your browser. By browsing our website without changing the browser settings you grant us permission to store that information on your device.

Connettività e high tech: la tecnologia padrona dei veicoli commerciali.

Connettività e high tech: la tecnologia padrona dei veicoli commerciali.


Connettività e high techsono due tra i concetti chiave dell’era moderna e questo vale sicuramente a bordo delle vetture ma senza dubbio ormai anche sui veicoli commerciali pensati per le flotte e al servizio delle attività di logistica, consegne e trasporto.

Se in passato, infatti, il noleggio dei veicoli commerciali, che vede protagonisti i furgoni adibiti al trasporto, era tutta materialità, oggi anche loro hanno si sono aperti alla tecnologia. E quest’ultima, come per le auto, è sempre meno “hardware” (motori, telaio, prestazioni, ecc…) e sempre più “software” (infotainment, sistemi di sicurezza, tools di guida, e chi più ne ha più ne metta).

Ad esempio Renault nel 2014 ha lanciato i nuovi Trafic e Master, veicoli dotati di avanzati dispositivi di connettività, comfort e sicurezza, come, per fare solo un esempio, R&GO, un sistema che, attraverso una App, consente di mettere in connessione lo smarphone o il tablet del driver con la radio.

Anche il Gruppo PSA ha investito considerevolmente sulla tecnologia e sulla connettività a bordo dei veicoli commerciali: lo ha fatto con Peugeot Boxer e Citroën Jumper, che propone in opzione già sull’entry level e di serie sul livello “Business” un touchscreen 5” con radio CD MP3 e “Connecting Box” dotato di presa USB e AUX, oltre al sistema vivavoce Bluetooth con streaming audio, comandi al volante e lettura Sms.

Il nuovoVivarodi Opel, offre il top di gamma Navi 80 che, grazie al sistema IntelliLink, rende possibile inserire le destinazioni mediante comando vocale, visualizzare fotografie e video attraversola connessione USB e connettere il sistema di navigazione ad internet per ottenere, per esempio, il migliore itinerario in funzione al traffico.

Anche Ford punta a offrire intrattenimento, sicurezza e connettività: un esempio, sul nuovo Transit Connect, è ilsistema Sync: gestisce le chiamate in entrata e in uscita con comuni comandi vocali e, se richiesto, legge a voce alta i messaggi di testo ricevuti sugli smartphone. Quando poi si parla di veicoli commerciali elettrici, la tecnologia e la stessa connettività sono strettamente correlate all’esigenza stringente di gestire il mezzo a distanza, come accade sul nuovo Nissan e-NV200.

La crescita imponente dell’hi-tech a bordo dei veicoli commerciali viene ben mostrata dalla nuova generazione di Fiat Ducato, presentata lo scorso anno, che offre un importante up-grade rispetto al passato anche nel campo dell’infotainment, grazie a un’ampia gamma di radio con  tecnologia Bluetooth e lettore Mp3. Inoltre, è disponibile il sistemaUconnect con touchscreen a colori da 5″, telecamera per retromarcia e navigazione integrata.

Questo scenario lascia ben sperare nel fatto che presto anche tecnologie finalizzate al controllo e alla rilevazione di dati saranno integrati già dalle case madri nei veicoli, al fine di offrire ai fleet manager strumenti di controllo sempre più validi e integrati, in grado di fornire informazioni e dati fondamentali per le attività di pianificazione strategica e per le valutazioni finanziarie aziendali.

Il tuo browser è obsoleto

Aggiorna il tuo browser per visualizzare questo sito correttamente Aggiorna il mio browser ora

×