Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Accetto Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Connettività e high tech: la tecnologia padrona dei veicoli commerciali.

Connettività e high tech: la tecnologia padrona dei veicoli commerciali.


Connettività e high techsono due tra i concetti chiave dell’era moderna e questo vale sicuramente a bordo delle vetture ma senza dubbio ormai anche sui veicoli commerciali pensati per le flotte e al servizio delle attività di logistica, consegne e trasporto.

Se in passato, infatti, il noleggio dei veicoli commerciali, che vede protagonisti i furgoni adibiti al trasporto, era tutta materialità, oggi anche loro hanno si sono aperti alla tecnologia. E quest’ultima, come per le auto, è sempre meno “hardware” (motori, telaio, prestazioni, ecc…) e sempre più “software” (infotainment, sistemi di sicurezza, tools di guida, e chi più ne ha più ne metta).

Ad esempio Renault nel 2014 ha lanciato i nuovi Trafic e Master, veicoli dotati di avanzati dispositivi di connettività, comfort e sicurezza, come, per fare solo un esempio, R&GO, un sistema che, attraverso una App, consente di mettere in connessione lo smarphone o il tablet del driver con la radio.

Anche il Gruppo PSA ha investito considerevolmente sulla tecnologia e sulla connettività a bordo dei veicoli commerciali: lo ha fatto con Peugeot Boxer e Citroën Jumper, che propone in opzione già sull’entry level e di serie sul livello “Business” un touchscreen 5” con radio CD MP3 e “Connecting Box” dotato di presa USB e AUX, oltre al sistema vivavoce Bluetooth con streaming audio, comandi al volante e lettura Sms.

Il nuovoVivarodi Opel, offre il top di gamma Navi 80 che, grazie al sistema IntelliLink, rende possibile inserire le destinazioni mediante comando vocale, visualizzare fotografie e video attraversola connessione USB e connettere il sistema di navigazione ad internet per ottenere, per esempio, il migliore itinerario in funzione al traffico.

Anche Ford punta a offrire intrattenimento, sicurezza e connettività: un esempio, sul nuovo Transit Connect, è ilsistema Sync: gestisce le chiamate in entrata e in uscita con comuni comandi vocali e, se richiesto, legge a voce alta i messaggi di testo ricevuti sugli smartphone. Quando poi si parla di veicoli commerciali elettrici, la tecnologia e la stessa connettività sono strettamente correlate all’esigenza stringente di gestire il mezzo a distanza, come accade sul nuovo Nissan e-NV200.

La crescita imponente dell’hi-tech a bordo dei veicoli commerciali viene ben mostrata dalla nuova generazione di Fiat Ducato, presentata lo scorso anno, che offre un importante up-grade rispetto al passato anche nel campo dell’infotainment, grazie a un’ampia gamma di radio con  tecnologia Bluetooth e lettore Mp3. Inoltre, è disponibile il sistemaUconnect con touchscreen a colori da 5″, telecamera per retromarcia e navigazione integrata.

Questo scenario lascia ben sperare nel fatto che presto anche tecnologie finalizzate al controllo e alla rilevazione di dati saranno integrati già dalle case madri nei veicoli, al fine di offrire ai fleet manager strumenti di controllo sempre più validi e integrati, in grado di fornire informazioni e dati fondamentali per le attività di pianificazione strategica e per le valutazioni finanziarie aziendali.

Il tuo browser è obsoleto

Aggiorna il tuo browser per visualizzare questo sito correttamente Aggiorna il mio browser ora

×