Cookies disclaimer

I agree Our site saves small pieces of text information (cookies) on your device in order to deliver better content and for statistical purposes. You can disable the usage of cookies by changing the settings of your browser. By browsing our website without changing the browser settings you grant us permission to store that information on your device.

Costruire una Full Circle Supply Chain

section_image

Uno dei business model che guarda al futuro, è sicuramente quello incentrato sulla circular economy, il quale approccio è pensato per eliminare il sottoutilizzo delle risorse, attraverso una strategia di supply chain circolare con politiche ad hoc per il riciclaggio e il recupero dei materiali.

Nonostante la giusta motivazione però, non tutte le aziende riescono a concretizzare tale obiettivo, dove tale ideale riesce ad essere attuato solo in linea di principio, senza riuscire a sfruttare a pieno il potenziale di un tale approccio; un approccio che potrebbe essere conseguito solo tramite la costruzione di un ecosistema molto collaborativo di aziende, partner, fornitori e mercati.

A tal proposito quindi, sarebbe forse più giusto partire dalle operazioni collegate alla gestione della supply chain stessa, e quindi dalla realizzazione di una supply chain a circuito chiuso, che ponga le basi per conseguire il più ampio scopo della circular economy.

Prima di tutto, per conseguire tale scopo, è essenziale mantenere la focalizzazione sui circular business model per catturare le giuste opportunità, mantenendo sempre una visione ampia, che vada oltre la semplice ricerca dei modi migliori per riciclare i materiali. Secondo, per far si che il proprio approccio sia efficace, è fondamentale che vi sia una collaborazione strategica ed estesa con i fornitori e tra le funzioni aziendali, per costruire un ecosistema di partner. Alla base di tutto ciò, è comunque essenziale che la leadershipsia quella che prima di tutto spinge verso tale cambiamento, da ciò infatti potrebbe dipendere il successo o meno di tale iniziativa. Infine è d’obbligo sfruttare al massimo il mondo digitale, dall’internet of things all’analytics, molti sono gli strumenti indispensabili per il raggiungimento di tale obiettivo, facendo in modo di integrarli al meglio con le operazioni aziendali e poter tenere traccia delle risorse attraverso un monitoraggio dell’utilizzo e della potenzialità di riciclo: valutando adeguatamente ogni materiale, e determinando di conseguenza quando e come necessitino di interventi di manutenzione, sostituzione o dismissione.

Il tuo browser è obsoleto

Aggiorna il tuo browser per visualizzare questo sito correttamente Aggiorna il mio browser ora

×