Cookies disclaimer

I agree Our site saves small pieces of text information (cookies) on your device in order to deliver better content and for statistical purposes. You can disable the usage of cookies by changing the settings of your browser. By browsing our website without changing the browser settings you grant us permission to store that information on your device.

E se il problema del traffico romano venisse risolto con l’immissione su strada di auto a guida autonoma?

section_image

E se il problema, o meglio parte del problema, del traffico romano venisse risolto con l’immissione su strada di auto a guida autonoma?

Sembra essere di questo parere l’assessore capitolino alla Mobilità, Linda Meleo che ha annunciato ai sindacati Cgil Roma e Lazio, Cisl Roma Capitale e Rieti e Uil Roma e Lazio, la possibilità della sperimentazione. Dal punto di vista pratico i mezzi in questione, prodotti da case automobilistiche scelte circoleranno su corsie interamente dedicate.

Meleo ha affermato, tramite un post su fb che “L’obiettivo è quello di rendere Roma sostenibile e completamente compatibile con le esigenze dell’ambiente. Lo vogliamo fare attraverso un piano che veda nuove infrastrutture per la mobilità, infrastrutture che negli ultimi anni sono mancati perché è mancata una programmazione seria di quella che dovrà essere la città del futuro in termini di mobilità. Proprio per questo motivo, negli ultimi mesi abbiamo messo in moto il piano urbano per la mobilità sostenibile e attraverso queste attività avremo quella che sarà la città del futuro, una città che dovrà essere green, sostenibile e incentrata soprattutto sulla mobilità su ferro. Per questo motivo abbiamo fatto un resoconto di quelle che possono essere le opere che sicuramente andranno a finire all’interno di questo piano. Tra queste opere abbiamo identificato il ferro, una serie di linee tranviarie, e una serie di altre attività e opere legate a infrastrutture nuove che sfruttano le nuove tecnologie, come le funivie e altri sistemi di mobilità molto sostenibili come corridoi o ad esempio il prolungamento della linea 90. Così disegneremo una città a misura d’uomo, una città che sia veramente sostenibile”.

Il tuo browser è obsoleto

Aggiorna il tuo browser per visualizzare questo sito correttamente Aggiorna il mio browser ora

×