Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Accetto Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Eco-driving: risparmia carburante e ottimizza i costi

Eco-driving: risparmia carburante e ottimizza i costi


Per cercare di risparmiare anche solo 0.1 litri di carburante per 100 km le case produttrici di veicoli stanno tentando di fare l'impossibile; a dimostrarlo i nuovi complessi sistemi che sovrintendono il motore o gli apparati aerodinamici.  

E se oggi per la maggior parte dei veicoli l'impatto dell'eco-driving sul consumo di carburante può arrivare al 30%,alcuni studi hanno dimostrano che il consumo medio di carburante in una flotta di camion o furgoni può diminuire di oltre il 7% grazie all'implementazione di uno stile di guida corretto.

A questo punto il costante monitoraggio deve essere una routine per i fleet manager ai quali si rende necessario comprendere l’impatto che il comportamento degli autisti ha sulle spese e i costi operativi della flotta.

Ma resta da porsi una domanda, come essere sicuri che le direttive eco-driving vengano seguite?

Innanzitutto è bene specificare che il termine Eco-driving indica un comportamento di guida “economico, ecologico e sicuro” e che i nuovi sistemi di gestione permettono di controllare da remoto la massima quantità di informazioni relative allo stile di guida da parte dei conducenti. Lo scopo è quello di ottimizzare i costi in modo significativo. BBS fa di questo obiettivo il suo core business e propone ai propri clienti l’utilizzo di una piattaforma software web based che fornisce la possibilità di accedere rapidamente ad informazioni quali: orario di inizio e fine attività, durata dell’utilizzo, Km percorsi, motore acceso, sosta motore spento, e di intervenire lì dove si riscontrano delle criticità. Come è ovvio infatti gli strumenti di monitoraggio non riducono in modo automatico il consumo di carburante, ma possono fornire informazioni importanti circa eventuali anomalie o problemi legati al suo utilizzo, così da ridurre i consumi fino al 22 % annuo.

Inoltre è accanto ai responsabili o proprietari di un parco veicolare dal momento che si rende disponibile a fornire corsi mirati agli autisti, e ai dipendenti.

Provare per credere. Clicca qui e richiedi la tua prova gratuita.

Il tuo browser è obsoleto

Aggiorna il tuo browser per visualizzare questo sito correttamente Aggiorna il mio browser ora

×