Cookies disclaimer

I agree Our site saves small pieces of text information (cookies) on your device in order to deliver better content and for statistical purposes. You can disable the usage of cookies by changing the settings of your browser. By browsing our website without changing the browser settings you grant us permission to store that information on your device.

Eco-driving: risparmia carburante e ottimizza i costi

Eco-driving: risparmia carburante e ottimizza i costi


Per cercare di risparmiare anche solo 0.1 litri di carburante per 100 km le case produttrici di veicoli stanno tentando di fare l'impossibile; a dimostrarlo i nuovi complessi sistemi che sovrintendono il motore o gli apparati aerodinamici.  

E se oggi per la maggior parte dei veicoli l'impatto dell'eco-driving sul consumo di carburante può arrivare al 30%,alcuni studi hanno dimostrano che il consumo medio di carburante in una flotta di camion o furgoni può diminuire di oltre il 7% grazie all'implementazione di uno stile di guida corretto.

A questo punto il costante monitoraggio deve essere una routine per i fleet manager ai quali si rende necessario comprendere l’impatto che il comportamento degli autisti ha sulle spese e i costi operativi della flotta.

Ma resta da porsi una domanda, come essere sicuri che le direttive eco-driving vengano seguite?

Innanzitutto è bene specificare che il termine Eco-driving indica un comportamento di guida “economico, ecologico e sicuro” e che i nuovi sistemi di gestione permettono di controllare da remoto la massima quantità di informazioni relative allo stile di guida da parte dei conducenti. Lo scopo è quello di ottimizzare i costi in modo significativo. BBS fa di questo obiettivo il suo core business e propone ai propri clienti l’utilizzo di una piattaforma software web based che fornisce la possibilità di accedere rapidamente ad informazioni quali: orario di inizio e fine attività, durata dell’utilizzo, Km percorsi, motore acceso, sosta motore spento, e di intervenire lì dove si riscontrano delle criticità. Come è ovvio infatti gli strumenti di monitoraggio non riducono in modo automatico il consumo di carburante, ma possono fornire informazioni importanti circa eventuali anomalie o problemi legati al suo utilizzo, così da ridurre i consumi fino al 22 % annuo.

Inoltre è accanto ai responsabili o proprietari di un parco veicolare dal momento che si rende disponibile a fornire corsi mirati agli autisti, e ai dipendenti.

Provare per credere. Clicca qui e richiedi la tua prova gratuita.

Il tuo browser è obsoleto

Aggiorna il tuo browser per visualizzare questo sito correttamente Aggiorna il mio browser ora

×