Cookies disclaimer

I agree Our site saves small pieces of text information (cookies) on your device in order to deliver better content and for statistical purposes. You can disable the usage of cookies by changing the settings of your browser. By browsing our website without changing the browser settings you grant us permission to store that information on your device.

La flotta connessa parla italiano

La flotta connessa parla italiano


IL 2017 ha consacrato il successo della banda larga e determinato una crescita drastica e considerevole degli accessi complessivi alla rete fissa, che, nei primi nove mesi del 2016, arrivano a sfiorare i 16,4 milioni di unità, con un incremento su base annua pari a 950 mila unità. Ciò ha portato un rinnovamento profondo in diversi settori quali, ad esempio, quello delle telecomunicazioni e dei trasporti da sempre alla base dell’economia nazionale.

Capita spesso, infatti,che l’Italia assuma il ruolo di “lead country” cioè di area test per lanciare un prodotto o un servizio in modo innovativo in tutto il mondo e questa volta lo fa grazie alla padronanza dell’uso dell’IoT che ha favorito la crescita del 3,4% dell’intero settore postale e del 7,6% dei servizi legati alla corrieristica espressa, basti pensare che i servizi di spedizione e consegna hanno registrato la crescita delle attività legate al pacco di circa l’8,9%.

La telematica ha giocato un ruolo fondamentale andando ad apportare migliorie significative lì dove erano presenti possibili falle, ed ha supportato BBS in diversi ambiti operativi, come ad esempio quello riguardante la gestione del furto di un veicolo destinato alla consegna. Ma l’esperienza aveva già ampliamente dimostrato come l’incidenza dei costi relativi a questo tipo di episodi diminuisce grazie alla presenza della “scatola” o di simili sistemi informatici, che permettono nella maggioranza dei casi di ritrovare il mezzo o ancor meglio di intercettare il pericolo nel momento stesso in cui si presenta.

Di grande interesse, sono poi le funzioni relative  alla gestione della manutenzione, le quali, grazie ai software BBS divengono da passive a proattive, avvisando il driver e il fleet manager da remoto, degli interventi che è necessario affrontare.  Ovviamente gli avvisi ricevuti e le informazioni estrapolate potranno poi far parte di report periodici consultabili da tutti i membri del team.

Scrivici per saperne di più, clicca qui.

Il tuo browser è obsoleto

Aggiorna il tuo browser per visualizzare questo sito correttamente Aggiorna il mio browser ora

×