Cookies disclaimer

I agree Our site saves small pieces of text information (cookies) on your device in order to deliver better content and for statistical purposes. You can disable the usage of cookies by changing the settings of your browser. By browsing our website without changing the browser settings you grant us permission to store that information on your device.

A Milano dopo le auto elettriche, arrivano i van Nissan per Unareti

section_image

Il programma E-moving avviato su due città della Lombardia nel lontano 2010 continua, giustamente, ad evolversi e così si possono tirare le somme di quello che può considerarsi un vero e proprio successo.

Grazie alle 13 colonnine per la ricarica di auto elettriche disseminate sul territorio milanese si può oggi parlare di 10 mila approvvigionamenti di kiloWatt, per un totale di 140 MWh. Il corrispettivo necessario a coprire 850mila chilometri in modalità zero emissioni.

Per tratteggiare il profilo dell’utente tipo è stato utilizzando un sondaggio dal quale si è evinto che la grande maggioranza degli intervistati di ricorre al veicolo elettrico per il trasporto di persone, che Il 54,2% di loro è proprietario del mezzo e che con una quota del 32% può contare su un veicolo di potenza superiore ai 22 kW in corrente continua.

Su un panel formato per il 76% da privati e per il 24% da imprese, il gradimento medio conquistato dal progetto “E-moving” e dal relativo servizio erogato è del 7,2%, con votazioni comprese nell’intervallo 8-10 per la metà del campione (49,4%) di coloro che hanno risposto al questionario della survey promossa da A2A.

Finalmente sta prendendo piede una nuova iniziativa secondo la quale, grazie ad un accorto intercorso tra il Comune di Milano e la Nissan, verranno forniti ben 50 EV firmati dal costruttore giapponese ad UNARETI, società unica del Gruppo per la gestione dei servizi a rete.

Saranno tutti e-N200 i furgoni che faranno parte della flotta ecologica e consentiranno ai tecnici manutentori di spostarsi tra le varie zone della città. In pratica ciò che sarà necessario per ricaricarli sarà collegarli alle colonnine fast charge così che con una sosta di neanche 30 minuti si avrà garantita l’80% dell’autonomia complessiva.

Quando poi anche in Italia diverrà legale il ricorso alla tecnologia Vehicle to Grid (V2G), i van firmati Nissan diverranno un altro perno dei sistemi di alimentazione bidirezionale attualmente in fase di test all’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova, e in paesi europei come Danimarca e Regno Unito. Da vettore di consumo a distributore di energia.

Il tuo browser è obsoleto

Aggiorna il tuo browser per visualizzare questo sito correttamente Aggiorna il mio browser ora

×