Cookies disclaimer

I agree Our site saves small pieces of text information (cookies) on your device in order to deliver better content and for statistical purposes. You can disable the usage of cookies by changing the settings of your browser. By browsing our website without changing the browser settings you grant us permission to store that information on your device.

"Passeranno dall’essere guidatori all’essere passeggeri”

"Passeranno dall’essere guidatori all’essere passeggeri”


La Intel Corporation, multinazionale produttrice di dispositivi a semiconduttore con sede a Santa Clara, California, ha promosso uno studio circa il self driving car valutando sia l’impatto in termini economici che in materia di sicurezza e utilità sociale.
Ciò che ne è venuto fuori è la certezza che l’auto del domani sarà tutt’altra cosa rispetto a quella utilizzata fin’ora e che le principali differenze saranno nel fatto che sarà condivisa e a guida autonoma oltre che ricca di servizi. Con la nascita della “Passenger Economy”, secondo Intel, si creeranno opportunità economiche che nel 2035 varranno 800 miliardi di dollari e nel 2020 arriveranno a 7.000 miliardi.


Non è da sottovalutare poi che, potenzialmente, tutto ciò che oggi si può compiere all’interno di una stanza potrà essere riprodotto nell’abitacolo,adagiandosi sugli allori della guida autonoma.
In sostanza sarà il concetto stesso di mobilità ad essere rivisitato dal momento che verrà intesa come un insieme di servizi aggregati e definita “Mobility-as-a-Service”. Questa genererà circa 3mila miliardi di dollari, mentre l’utilizzo di app innovative e di servizi nuovi che affioreranno sotto l’influsso dei nuovi stimoli genererà più o meno 200 miliardi di dollari.


Ci si aspetta che “saranno almeno 585.000 le vite salvate tra il 2035 e il 2045. Diminuiranno anche le ore passate in mezzo al traffico per i pendolari: oltre 250 ore in meno l’anno nelle città del mondo più trafficate. Sarà inoltre possibile far scendere anche i costi per la sicurezza pubblica e la gestione degli incidenti su strada: i risparmi sono previsti a quota 234 miliardi di dollari, sempre tra il 2035 e il 2045. Le persone passeranno dall’essere guidatori all’essere passeggeri” dichiara certo il Ceo di Intel.

 

Il tuo browser è obsoleto

Aggiorna il tuo browser per visualizzare questo sito correttamente Aggiorna il mio browser ora

×