Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Accetto Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Quanto la logistica 4.0 inciderà sulle PMI?

Quanto la logistica 4.0 inciderà sulle PMI?


Con l’affermarsi dell’Industry 4.0 ogni settore produttivo compreso quello della supply chain va necessariamente ripensato in termini nuovi utili a fronteggiare le nuove richieste del mercato.

Le aree logistiche a maggior impatto sono il magazzino distributivo, la consegna consumer e la logistica di fabbrica. Scegliere il livello di automazione è condizione necessaria e sufficiente solo se rispetta il software di magazzinoe se si integra con macchine, flussi operativi e sistemi gestionali dal momento che moduli software non perfettamente integrati possono creare riduzioni nell’efficienza anche del 20­30%.

Anche la velocità è cruciale nel determinare rapidamente i bisogni dei consumatori e riposizionare l’offerta rispetto ai concorrenti, un esempio in questo senso è costituito dall’azienda olandese BrightCape che sta sviluppando un tool di analisi in grado di esaminare i dati generati dai sensori delle macchine per stabilire se i requisiti qualitativi attesi vengono soddisfatti per ogni singolo prodotto.

Questo consentirà ai lavoratori delle fabbriche di ridurre il tempo speso in queste attività e di potersi dedicare a problemi più complessi, col risultato di migliorare la qualità del prodotto e ridurre i costi.

L’automazione nelle fabbriche co­esisterà con il ridisegno dei processi, per consentire ai professionisti di trarre vantaggio dalle nuove opportunità create dalle macchine. Gli impiegati dovranno però essere pronti ad adattarsi e aggiornare le proprie competenze in modo da non essere del tutto rimpiazzati dalle macchine. L’ azienda COMAU invece sta sviluppando una piattaforma modulare e plug­and­play per la logistica interna, che svolge dei compiti privi di valore aggiunto, come la presa in carico e lo spostamento dei container vuoti dai magazzini alla linea di produzione e viceversa.

Questo approccio libera i lavoratori per altre attività ad alto valore aggiunto che servono nella customizzazione.

In ottica Industria 4.0, la logistica dei trasporti potrà svolgere un ruolo ancora più importante a fianco della logistica dei dati e potrebbe essere applicata: nella pianificazione del percorso flessibile sulla base delle previsioni del traffico o di tempo e nella gestione assistita del software dei flussi di traffico Ma lo sviluppo tecnico non si ferma qui.

L’introduzione di veicoli intelligenti, auto­guida in un’infrastruttura di traffico in base all'Internet of Things aprirà la porta completamente alle nuove dimensioni e porterà a soluzioni più automatizzate e flessibili.

In un’epoca in cui la produzione è in crescita e lotti sempre più piccoli vengono trasportati (e­commerce), i lati di produzione e distribuzione dipendono dall’efficienza e dalla flessibilità della logistica dei trasporti.

Il tuo browser è obsoleto

Aggiorna il tuo browser per visualizzare questo sito correttamente Aggiorna il mio browser ora

×